[RECENSIONE] Good Girls Revolt

qku0

Se ci seguite da un po’ capirete perché questa serie di cui vi sto per parlare non poteva non comparire tra le nostre recensioni.
Oggi. primo Maggio e festa dei lavoratori, infatti vi proporrò il mio punto di vista su “Good Girls Revolt”, serie prodotta da Amazon ambientata nel 1969, che racconta la causa che le impiegate della rivista Newsweek (chiamata News of the Week nella finzione) intentarono contro i loro datori per avere pari opportunità sul posto di lavoro.

TRAMA:
Good Girls Revolt segue la storia di un gruppo di donne che lavorano per la testata giornalistica “News Of the Weak”.
Le donne al News of the Weak sono relegate a lavori meno importanti e meno retribuiti, pur avendo dimostrato in più occasioni di avere le capacità, oltre ai titoli di studio, per poter affrontare anche gli impieghi che venivano assegnati esclusivamente agli uomini; ma le nostre protagoniste, Jane Hollander (Anna Camp), Patti Robinson (Genevieve Angelson) e Cindy Reston (Erin Darke) decidono di ribellarsi a questo sistema  e pretendere l’uguaglianza.

Abbiamo chiesto gentilmente di poter dimostrare cosa siamo in grado di fare nel nostro lavoro. Abbiamo chiesto di essere trattate come vengono trattati gli uomini con cui lavoriamo. Adesso basta.


COSA NE PENSO:
Le prime puntate di questa serie sono carine, ma leggermente lente; i fatti non sono presentati con un ritmo uniforme, ci sono scene molto interessanti e coinvolgenti e scene un po’ così.
Dopo però il primo scoglio della presentazione dei personaggi la serie carbura e pian piano diventa sempre più interessante.

Infatti nel momento in cui comincia ad approfondire la psicologia dei personaggi e il loro cambiamento, si incomincia a immedesimarsi davvero nelle situazione vissute dalle protagoniste e nella loro lotta.
I personaggi femminili sono tutti ben caratterizzati, anche quelli secondari, mentre quelli maschili li ho trovati forse, più “acerbi” e meno approfonditi.

Le protagoniste sono molto diverse tra loro e hanno personalità quasi opposte, questo diventa un punto molto positivo per la serie, in quanto si vede l’evoluzione e l’approccio alla lotta per la rivendicazione femminile attraverso dei punti di vista molto distanti tra loro.

Un’altra annotazione positiva per la serie è quella di creare dei personaggi che, pur seguendo degli ideali giusti, sbagliano, si perdono e hanno torto.

Con la decima puntata, l’ultima della prima e unica stagione, si apre un nuovo capitolo per le ragazze del News of the Weak, che però noi non conosceremo mai, in quanto la serie è stata cancellata, nonostante il successo e la critica positiva.

Peccato, perché a me è piaciuta abbastanza, e credo che possa essere ancora un esempio adatto e applicabile ai giorni nostri.

La tematica che affronta Good Girls Revolt è ancora attuale, la sessualità femminile, l’indipendenza, la sproporzione fra i salari e il lavoro femminile in generale, sono taboo e argomenti di cui non si è ancora parlato abbastanza.

Sopratutto oggi, “festa dei lavoratori” ma non ancora appieno delle lavoratrici (se volete capire perché vi lascio l’articolo di Bossy in cui se ne parla).

Perché le nostre capacità non dipendono dai nostri genitali, ma soprattutto i nostri genitali non definiscono niente di noi. 

Good Girls Revolt si aggiudica quindi un 7e mezzo, che sarebbe potuto diventare un voto più alto se la storia fosse proseguita.

Non serve alcun talento misterioso donato da Dio per poter lavorare come reporter al News of the Weak, serve un mix di talento, duro lavoro e di opportunità.
Noi ce lo meritiamo e abbiamo il diritto di avere quell’opportunità.

-Machees

E voi cosa ne pensate? La avete visto? La vedrete? Siete d’accordo con quello che pensiamo? Fateci sapere cosa ne pensate nei commenti o con l’hashtag #chiedimicosanepenso.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...