(RECENSIONE) Kabe no Hana

Cover Kabe no Hana.jpg

Kabe no Hana è un manga pubblicato 2009, di Hanabusa Youko di genere josei e storico, che conta solo un volume.

La storia ruota attorno a Annabelle Peyton, una nobile venticinquenne londinese, la cui famiglia è caduta in rovina.
Per risollevare le sue sorti l’unica soluzione sarebbe quella di accalappiare un qualche ricco nobile; l’impresa purtroppo è tutt’altro che semplice, malgrado la bellezza, infatti, Annabelle non possiede una dote e fatica a farsi notare.
Una sera ad un ballo si ritrova per l’ennesima volta a fare da tappezzeria con altre tre ragazze, che come lei, anche se per altri motivi, non riescono a trovare nessun corteggiatore.
Le quattro decidono perciò di fare un patto: si sosterranno l’un l’altra fino ad essere tutte convenientemente maritate.
Nei suoi piani, però, non ha messo in conto Simon Hunt, un ricco possidente che nulla ha di nobile, ma che non si fa problemi a mostrarle interesse; Annabelle vorrebbe essere immune al suo fascino, ma, per quanto lo rifiuti, non riesce a non sentirsi attratta da lui.bn_KabenoHana0637.jpg

La trama, (che mi ricorda stranamente i vecchi romanzetti rosa) sa di già visto, però per essere un manga di genere sentimentale potrebbe essere considerata addirittura originale.

I personaggi sono costruiti relativamente bene, anche se non sono particolarmente approfonditi, vista anche la lunghezza di questo titolo, però hanno i ruoli e caratteristiche ben definiti.

La protagonista è una ragazza sveglia e con le idee chiare, razionale e decisa ad ottenere ciò che vuole. Avrebbe qualcosa da insegnare a certe protagoniste degli shojo odierni, pur non essendo chissà quanto emancipata quantomeno ha un po’ di carattere.

La storia d’amore è resa bene, mi è parsa piuttosto realistica dal punto di vista fisico, e mi ha anche appassionato (cosa che accade raramente).

44089d5f715bc4112ad95576555d0f4e.jpgI disegni sono in tipico stile anni ottanta, con occhioni muniti di stelline e boccoloni alla Maria Antonietta, per capirci, ma personalmente lo stile old non mi dispiace affatto, e pur non essendo eccezionali li trovo gradevoli da vedere.

In conclusione, appunto l’aggettivo perfetto per quest’opera è “gradevole”, è ben fatta senza toccare livelli altissimi, ma è perfetta per un pubblico amante delle storie romantiche, per il quale è stata concepita.

A Kabe no Hana va dunque un 7, per la piacevolezza della lettura.

-Cat

Voi cosa ne pensate? Lo avete letto? Lo leggerete? Fateci sapere il vostro parere con l’hashtag #chiedimicosanepenso

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...