[RECENSIONE] Indignation

Buon Lunedì Curiosoni (vi piace il nuovo nomignolo?) !

maxw-654Come nostro solito per la recensione del lunedì vi proponiamo un film, questa settimana abbiamo scelto una pellicola del 2016: Indignation.
Indignation segna l’esordio del regista James Schamus, ed è tratto sull’omonimo romanzo di Philip Roth (che si aggiunge alla mia lista di libri da leggere al più presto).


LA TRAMA:
Il film è ambientato nel 1951 nel New Jersey: i famosi anni cinquanta si stanno affacciando nella nuova America che sarà presto presa d’assalto dal Rock’n Roll di Elvis Presley, dalla “golden age” cinematografica, da un futuro che ormai bussa alla porta di una nazione florida e ricca.
Il 1951 è però ancora denso di antisemitismo e repressione sessuale, oltre a essere il secondo anno consecutivo della guerra di Corea, che ha portato via a quel New Jersey pieno di speranze, molti dei suoi giovani più talentuosi; il protagonista, il diciottenne Marcus, interpretato da Logan Lerman, figlio di un macellaio kosher di Newark è uno di questi.
Marcus infatti parte, non per la guerra come molti suoi amici, la sua destinazione è il college di Winesbourg, in Ohio.

sarah-gadon-logan-lerman-indignation-berlin-film-festival-04_opt
Marcus è uno studente modello, sportivo d’eccezione e determinato a diventare avvocato, ma non è un personaggio così semplice da inquadrare e descrivere.
Nella sua vita entra la compagna di classe Olivia Hutton. La ragazza va ad un appuntamento con Marcus ed è subito attratta dalla sua profondità. È sessualmente promiscua, testarda e fieramente indipendente, figlia di un chirurgo di Cleveland molto noto, sembra una ragazza molto vitale ma si rivelerà un personalità molto più complessa.


COSA NE PENSO:
Indignation è un davvero un bel film, raffinato, molto profondo e pieno di significati, disturba e fa male dal primo frame.
Tutto è pesato nella pellicola, niente diventa esasperato o ridondante, così come le inquadrature, molto spesso semplici ed essenziali o la musica, sempre molto sobria.
I dialoghi seguono sempre lo stesso stile, e da soli valgono la visione del film.
Indignation riporta in modo magistrale e perfetto il percorso del protagonista, dalla prima scintilla di ribellione silenziosa che diventa poi sempre più focosa, vomitata su una vita che gli rimane troppo stretta; ma anche le sue domande e il suo viaggio onirico alla ricerca del momento di svolta che pian piano lo ha trascinato verso il suo destino.

Tutto ciò seguendo il tempo della storia, senza troppi tagli o una ricerca di momenti che tengano lo spettatore continuamente incollato allo schermo, senza mai diventare noioso.
Questo soprattutto grazie alla bravura degli attori.

indignation-v4-28685
Sopra ogni cosa in questo film, infatti, c’è la performance di Logan Lerman, lontano dai tempi di Percy Jackson e ormai attore maturo e consapevole.
L’attore californiano mi ha di nuovo sorpreso, viaggiando di libro in libro e di studente in studente da Noi Siamo Infinito al fianco di Emma Watson fino a questa pellicola, stavolta al fianco di un’eterea Sarah Gadon, perfetta nel ruolo di Olivia Hutton.
Bionda, fragile, sorridente ma tormentata, la Gadon interpreta perfettamente l’ago della bilancia del destino di Marcus, portandolo a distaccarsi sempre di più dal percorso che si era imposto per avvicinarsi alla sua emotività attraverso non solo il sentimento, ma anche la scoperta del proprio corpo, che diventa fondamentale nel suo processo di identificazione personale e costruzione dell’individualità.


È per questo che Indignation merita 8,5/10 essendo un film leggermente impegnativo, ma eseguito magistralmente.

“Mi chiedo se ognuno, dopo la morte, ricorda tutti i minimi dettagli e decisioni che ha preso, tutte le ragioni che l’hanno portato esattamente lì. Io mi sento così. Ricordo e replico queste cose, anche se non riesco a ricordare da quanto le ricordi. Forse da sempre. 

Marcus

Vi ho incuriosito? Ecco il trailer:

Voi cosa ne pensate? Lo avete visto? Lo vedrete? Avete letto il libro?
Siete d’accordo con quello che pensiamo? Fateci sapere cosa ne pensate nei commenti o con l’hashtag #chiedimicosanepenso

A domani con una nuova recensione!!

-Machees

Annunci

2 thoughts on “[RECENSIONE] Indignation

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...