[RECENSIONE] Fiore di fulmine -Vanessa Roggeri

Fiore di fulmine è un libro del 2015 di Vanessa Roggeri, pubblicato da Garzanti.
Ambientato nei primi decenni del Novecento, narra la storia di Nora Musa, che con la sua famiglia vive in un paesino minerario della Sardegna, accompagnandola dagli anni dell’infanzia sino alla sua maturità. Inizialmente la incontriamo bambina, audace e spericolata, ed è proprio la sua incoscienza infantile a segnare per sempre la sua vita, condannandola ad un destino inclemente. Mi sono tenuta molto sul vago sulla trama perché qualunque cosa io dica probabilmente sarebbe uno spoiler.fiore-di-fulmine-1

Questo libro per la verità mi è piaciuto molto anche se non mi ha totalmente convinto. Ho trovato la scrittrice davvero brava da un punto di vista stilistico, la sua scrittura è fluida, moderna, e al contempo ricercata e dalle reminiscenze arcaiche. Riesce a trasportarti in un mondo misterioso, magico, riflettendo bene alcuni aspetti dell’epoca che descrive e anche della Sardegna di quel periodo.
I personaggi, in particolare la piccola Nora e la sua famiglia, sono dipinti con maestria, e a parer mio la parte iniziale è quella meglio caratterizzata, sotto questo aspetto, pur faticando un po’ a carburare. La vicenda è molto interessante e originale, quantomeno come idea, a non funzionare è la netta divisione che viene fatta fra “buoni” e “cattivi” che troviamo per tutta la narrazione, e che, sempre secondo me, guasta il finale. Nora si ritrova infatti a dover risolvere un mistero, e vi riesce, ma la soluzione ideata risulta piuttosto banale; malgrado ciò la scrittrice conduce il lettore con tanta maestria che ci si potrebbe passare sopra. Il problema è quello che viene dopo: sempre cercando di non fare spoiler posso dire che alla fine malgrado l’enigma sia risolto, rimane però un personaggio scomodo, e l’autrice se ne libera nell’ultimo capitolo in maniera quasi ridicola, ma non tanto per il fatto in sé, quanto per il momento in cui avviene, alla fine, quando tutti i nodi erano stati sciolti, nella speranza magari di creare un colpo di scena che peraltro non sussiste.
Di questo personaggio X tra l’altro, si sarebbe potuta disfare ben prima, o se non fosse stata tanto rigida nella divisione buoni-cattivi, l’avrebbe potuto far evolvere diversamente, evitando così un finale che non è un finale, e che risulta davvero di troppo.
A parte questa pecca che per me non è esattamente irrilevante, Fiore di fulmine non è comunque un libro da buttare via, è riconoscibile infatti il talento della Roggeri nello stile elegante e nella narrazione incalzante, pur essendo ancora evidentemente una scrittura immatura.

Penso che da lei potremmo aspettarci dei bei lavori in futuro, a Fiore di fulmine nel frattempo va un 7.5, che sarebbe stato di più non fosse stato per quello stramaledettissimo ultimo capitolo.

-Cat

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...