Special di Natale: “A proposito dell’amore”

oro-natale.jpg
Cari elfetti zuccherosi, oggi sono qui per augurarvi uno spelndido Natale, e per farlo, ho deciso di parlare di ciò che per me rappresenta il fulcro di questa festività.
Il tema di oggi è l’amore, quello con la A maiuscola, quello che non fa distinzione di genere, razza età o quant’altro, quello che si manifesta in mille forme, e che volenti o nolenti influenza la nostra vita, nel bene e nel male.
Inizialmente l’idea era quella di fare una recensione dell’anime completo di Yuri on Ice, ma mentre scrivevo mi sono accorta di voler fare qualcosa di più, di volervi regalare qualcosa di più.
Vi parlerò quindi di opere che esprimono un qualche concetto di amore che ritengo importante.

Vorrei partire dall’amore per sé stessi, quel sentimento che quando rimane nella misura, ci permette di coltivare relazioni sane, di dare e ricevere affetto e di vivere la nostra vita con serenità.
A questo proposito mi viene in mente un classico, Jane Eyre, parlo del libro, ma anche dei due film più recenti ispirati ad esso.
Questo volume, che ho letto per la prima volta quand’ero una bambina, mi ha impressionato a primo impatto per la dignità e la modernità della protagonista, che nell’accettazione dei suoi pregi e dei suoi limiti, mantiene un rispetto per sé che ho sempre ammirato.
Non importa quanto le scelte sul suo cammino siano difficili, Jane decide sempre di non svalutarsi e di non farsi svalutare dagli altri, di vivere seguendo le proprie convinzioni ed i propri principi.
Mi ha sempre colpito come lei abbia scelto di scappare, pur di non sottostare ad un legame che riteneva svilente con l’uomo che amava, non tanto per una questione sociale, quanto per il suo amor proprio. Bellissimo sia il film di Zeffirelli, che prediligo come regia, sia quello del 2011 di Cary Fukunaga, comunque un ottimo regista, nel cast troviamo Mia Wakisowska come eccezionale interprete di Jane, che ci regala una performance veramente spettacolare, azzeccatissima, da fuoriclasse.jane.jpg

Per l’amore romantico invece mi tornano in mente tanti film, quali il pluripremiatissimo (pluripremiato mi pareva riduttivo con tre Oscar, un Leone d’Oro e non so quanti altri riconoscimenti) “I segreti di Brokeback Mountain”, la toccante storia d’amore fra due cowboy, “The Danish Girl”, in cui l’amore di Gerda per suo marito supera qualunque pregiudizio o egoismo, arrivando ad accompagnarlo su un percorso che lo porterà per sempre lontano da lei.
O ancora una delle ultime pellicole che ho visto, Suite Francese, che racconta un sentimento che130813SH_167.nef non ha bisogno di parole, che, semplicemente, esiste, e con la sua forza travolge le vite di una donna francese e di un generale tedesco che invade la sua città durante la Seconda Guerra Mondiale.

Se penso ad un libro ecco invece “La verità sul caso Harry Quebert”, dove l’amore proibito fra lo scrittore Harry e la giovanissima Nola risulta, trent’anni dopo, al centro delle indagini riguardo la scomparsa della ragazza, uno dei più bei gialli di sempre, almeno a parer mio.

Se parliamo di amore inteso come quel sentimento di affetto vero e profondo che viene definito comunemente “amicizia”, allora probabilmente uno degli esempi più belli e completi lo si trova kingdom-hearts-ii-full-64825nel videogioco Kingdom Hearts, in particolare nel II° e in Kingdom Hearts 358/2 days, dove il tema principale è proprio l’amicizia, che riesce ad abbattere qualunque confine; i protagonisti infatti viaggiano di mondo in mondo, cercandosi in nome di un legame che trascende tempo e spazio, sacrificandosi a volte, tutto nella speranza di potersi riunire un giorno. Ho versato non poche lacrime giocandoci.

Quando si tratta di affetto familiare e simili, un ottimo esempio si trova in Monster, un cartone giapponese di cui ho già parlato in precedenza, e in cui l’autore si dedica ad una profonda riflessione su quanto e in che modo incida un’educazione basata più o meno sull’amore nella crescita dell’individuo.

Per i più piccoli è consigliatissima tutta l’opera di Jaqueline Wilson, scrittrice britannica che, con gli occhi dei suoi piccoli protagonisti, indaga in particolare le meccaniche familiari, e di quanto influisca la carenza di amore nelle stesse.

In ultimo, chiudo il cerchio con quello che ha ispirato tutto questo trippone, ovvero Yuri on Ice, l’anime sul pattinaggio su ghiaccio che ha conquistato mezzo mondo.yurionice05

Qua l’amore è il tema principale, e viene riproposto in tutte le sue forme; per commuovere ci si concentra su un concetto positivo, senza calcare la mano su lati drammatici e che magari avrebbero suscitato più facilmente l’empatia nello spettatore.
L’ideatrice avrebbe potuto soffermarsi per esempio sulla storia del pattinatore russo Yuri, che, essendo orfano, vive col nonno, ma decide invece di rendere centrale l’amore fra il giovane e il nonno, scelta ardita ed ugualmente toccante.zr9vabs
YOI riesce incredibilmente ad essere profondo quanto e forse più di molte opere a tinte forti, e posso assicurare che commuovere profondamente senza soffermarsi morbosamente su storie strappalacrime è un’impresa non da poco.

Concludo questa parentesi rinnovando i nostri auguri a tutti quelli che ci seguono, e mi scuso se in questa digressione non troverete citate opere che magari voi ritenete fondamentali, ma vi assicuro che mi sto già mangiando le unghie per non essere riuscita a parlare di tutto ciò che avrei voluto, tralasciando tantissimi titoli che avrebbero meritato.

Se volete dirci la vostra sull’amore, citare opere che secondo voi lo rappresentano, se avete il desiderio di confrontarvi con qualcuno su questo tema, allora lasciateci un commento e fateci sapere cosa ne pensate!

-Cat

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...