La Trilogia delle Gemme

s.jpgOggi vi parlerò di una trilogia che ho osservato per molto tempo negli scaffali delle librerie, ma che non ho mai acquistato.
Fino al momento in cui, annoiata, ho avuto l’occasione di vedere un film tedesco “Ruby Red” e ho scoperto che era tratta proprio dal primo libro di questa trilogia, Red, dopo aver visto anche il secondo film “Ruby Red II – Il segreto di Zaffiro”, ho deciso di leggere anche i libri.
L’autrice di questa serie, denominata La Trilogia delle Gemme e formata da Red, Blue e Green, è Kerstin Gier.

La trama dei libri è abbastanza interessante e ha come protagonista, Gwendolyn Sheperd, un’adolescente dei nostri giorni.
Gwendolyn ha sedici anni e abita in una grande casa nel cuore di Londra con madre, zia, prozia, nonna, sorella, fratello e cugina.
La sua è una famiglia ricca ma anche un po’ speciale: da secoli si tramanda un gene che permette di viaggiare nel tempo.
La perfetta cugina di Gwendolyn è sempre stata considerata come la predestinata ad avere questo gene, ma le cose non si riveleranno come tutti si aspettavano, e sarà la nostra protagonista a possedere questa dote.

Devo dire che questi libri mi hanno coinvolto abbastanza e non vedevo l’ora di finirli, ma non vorrei che questo vi possa sembrare come una nota positiva. Infatti il mio coinvolgimento era dato dal fatto che non succedesse mai niente di troppo eclatante, e io sperassi pagina dopo pagina che finalmente ci fosse qualche drastico colpo di scena. Invece, niente, il racconto è molto didascalico, abbastanza lento e prevedibile.
Per esempio, il primo libro, Red è solamente una lunga dilatazione della trama, senza niente di più, solo la fine di questo primo libro inizia finalmente a carburare e presentarci qualcosa che non era scritto sulla quarta di copertina, ma di botto si interrompe con un colpo di scena completamente fuoriluogo.
I personaggi sono, dal primo all’ultimo odiosi, stereotipati e deludenti.
I protagonisti, Gwendolyn e il suo compagno di viaggi nel tempo, Gideon, si innamorano (scusate per lo spoiler, ma tanto è scontato che questo succeda) senza nessun motivo, solo per il fatto che passino dei momenti assieme e senza neanche parlare.
Il secondo volume, Blue presenta qualche fatto in più, ma tutto è molto semplice e forzato, si porta avanti questa presunta storia d’amore, che oscura tutto il resto della trama tra l’altro.
Il terzo volume è forse il migliore, ha un ritmo più serrato man mano che ci si avvicina alla fine, ed è una fine molto ben congegnata.
Alcuni punti rimangono confusi e non chiariti, ma tutto sommato la maggior parte dei nodi vengono al pettine e tutto trova soluzione, ma anche questo in modo molto scontato.
La mia voglia di sapere il finale non è stata saziata, perché molte cose le avevo capite fin dall’inizio.
Tutto è peggiorato dalla scrittura banale, semplicistica.

Credo che questi libri rientrino tra i pochissimi che si possono considerare peggio del film, che al contrario è molto più interessante e sviluppa la storia molto meglio.
Non mi aspettavo troppo da questi volumi diretti a un pubblico più giovane rispetto a me, ma sono riusciti a deludere le mie aspettative già quasi nulle.
La Trilogia delle Gemme si aggiudica un 3/10.

-Machees

Voi cosa ne pensate? Lo avete letto? Lo leggerete? Siete d’accordo con quello che pensiamo? Fateci sapere cosa ne pensate nei commenti o con l’hashtag #chiedimicosanepenso
#recensione

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...