Recensione a due teste: Suicide Squad!

Salve a tutti signore e signori oggi vi presentiamo la recensione dell’ultimo film della DC… Suicide Squad!!

ssPer riuscire a mettere insieme qualcosa di intelleggibile senza valutare il suicidio, stavolta abbiamo dovuto fare squadra, visto che in teoria due teste sono meglio di una!

Iniziamo dalla trama: …………….
Cat << Ah, ehm, scusa ma la trama?>>
Lamp << La trama giusto, la trama. La trama…?>>

Ehm la trama dovrebbe essere qualcosa tipo: una strega super cattiva venuta dal passato, “l’Incantatrice”, si impossessa di un’archeologa che in teoria viene tenuta sotto controllo dal governo ma in pratica riesce a scappare tempo due minuti; la strega supercattiva vuole conquistare il mondo e per fronteggiarla, riscontrando carenza di superman vari, si decide di attuare un progetto per formare una squadra di supercattivi più cattivi della strega supercattiva che possano sconfiggerla.

Le premesse non lasciano ben sperare, anche se da un film sui super cattivi non si può certo pretendere una storia da Oscar, e in fondo come base è anche accettabile.
Il problema è però come la trama viene affrontata.
Il film infatti inizia con una carrellata confusionaria di scene di presentazione, in cui allo spettatore vengono sbattuti in faccia una quindicina di personaggi nell’arco di venti minuti, per poi passare ad una serie sconclusionata di eventi che formano la “squadra suicida” e alla loro missione pre-battaglia finale.
La maggior parte degli si eventi concatenano senza logica, sembrano venire uno appresso all’altro per inerzia più che per un susseguirsi di causa-effetto.

Altro problema: i personaggi.
Già perché come dicevamo prima i personaggi sono troppi, e cercando di dare voce ad ognuno il film si perde in un rigurgito di informazioni inutili, disturbanti e troppo diluite per riuscire a dare spessore ad ognuno di loro o anche solo a far risaltare quelli che dovrebbero essere i più importanti.
Di questi se ne salva uno, El Diablo (l’uomo fiamma per così dire), dai trascorsi interessanti, peccato sia stato poco sviluppato; il tanto chiacchierato Joker di Jared Leto si vede talmente poco e il montaggio dei suoi pezzi è talmente confusionario da non essere commentabile, pare quasi che abbiano tagliato metà delle sue scena lasciando il suo ruolo irrimediabilmente monco e privo di senso.

Per il resto non c’è molto da dire, la pellicola è deludente rispetto alle aspettative di partenza (che precisiamo erano abbastanza alte), non fa ridere, le scene d’azione sono noiose e poco chiare e il montaggio è un enorme pasticcio.
-Cat
-Lamp

Voi cosa ne pensate? Lo avete visto? Lo vedrete? Siete d’accordo con quello che penso? Fateci sapere cosa ne pensate nei commenti o con l’hashtag #chiedimicosanepenso
#recensione

Annunci

One thought on “Recensione a due teste: Suicide Squad!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...