Noi siamo infinito- Ragazzo da parete

Un libro sincero, profondo, bello

Noi siamo infinito- Ragazzo da parete (The Perks of Being a Wallflower) è un romanzo epistolare scritto da Stephen Chbosky.
Il libro è diventato molto famoso grazie al film con Logan Lerman, Emma Watson, e se devo dire la verità anche io sono venuta a conoscenza della sua esistenza dopo aver visto il film.
Il film mi era piaciuto davvero tanto, ma il libro è a un livello molto, molto superiore.

Vediamo la trama in breve.
Agosto 1991, il nostro protagonista, sotto lo pseudonimo di Charlie, inizia uno scambio epistolare a senso unico con un ragazzo più grande di cui non conosciamo l’identità.
Inizia a scrivergli perché è molto spaventato per l’inizio del primo anno di liceo, che dovrà affrontare completamente solo, perché il suo migliore amico Michael si è suicidato.
Charlie è un ragazzo timido e introverso, ha una bella famiglia, il padre e la madre sono molto tranquilli, ha un fratello che frequenta il primo anno di università con una borsa di studio per il football e una sorella che è all’ultimo anno del liceo, molto spesso parla anche di zia Helen, la sorella della mamma, che per un periodo ha vissuto con loro e di come lei fosse la persona che preferiva di più al mondo.
Capiamo subito che Charlie è un ragazzo molto speciale e fuori dai canoni, molto intelligente, riflessivo e se ne accorgerà anche il suo professore di Inglese, Bill, che lo introdurrà al mondo della lettura e lo incoraggerà a scrivere dei saggi in cui lo valuterà, senza che questi voti influiscano sul corso di Inglese.
Charlie conoscerà due ragazzi dell’ultimo anno, Sam, una ragazza che trova davvero carina, e suo fratellastro Patrick, omosessuale, stringerà una bellissima amicizia con loro.
I due lo introdurranno in un mondo per lui nuovo dai risvolti sia positivi, conoscerà nuove persone, musica, spettacoli, ma anche negativi come la droga e il fumo.

Ragazzo da parete (preferisco questo titolo) è un libro profondo, che tratta dei temi altrettanto profondi, come il suicidio, l’omosessualità, tossicodipendenza, aborto ecc. con gli occhi di un ragazzo acuto e speciale.
Charlie è un personaggio che trovo costruito alla perfezione, la sua personalità complicata emerge da subito e in modo molto diretto ma non ti allontana dalle sue vicende, anzi, nelle sue lettere ti trascina dentro i suoi pensieri, nelle sue esperienze e non ti lascia andare fino alla fine.
Osservi la sua vita interessato anche alle cose più banali, proprio come lui.
Le relazioni tra i vari personaggi sono anche queste interessanti e anche se non proprio convenzionali, assumono un’aura di normalità attraverso il filtro degli occhi di Charlie.
I colpi di scena non sono mai troppo esagerati.
La scrittura di Chbosky è proprio come il protagonista, semplice, sincera e schietta, ma allo stesso tempo speciale.

Consiglio questo libro? Si, davvero tanto.

Voto: 8,5/10

-Machees

Voi cosa ne pensate? Lo avete visto? Lo vedrete? Siete d’accordo con quello che penso? Fateci sapere cosa ne pensate nei commenti o con l’hashtag #chiedimicosanepenso
#libro #books #recensione #noisiamoinfinito#ragazzodaparete

day5.jpg

Annunci

2 thoughts on “Noi siamo infinito- Ragazzo da parete

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...